5 consigli (for dummies) per il tuo canale YouTube

0

YouTube è la piattaforma di riproduzione video più famosa al mondo. Fondata nel Febbraio del 2005 da Steve Chen, Chad Hurley e Jawed Karim conta più di un miliardo di utenti. Se si guarda le statistiche è facile pensare che le visualizzazioni generate da tutti questi utilizzatori possano portare benefici, sia in ambito economico che di visibilità.

5 consigli per il tuo canale Youtube

Per avere successo in questo mondo fatto di contenuti per tutti i gusti, servono, oltre a tanta fortuna, impegno e costanza. Aprire un canale su questa piattaforma è semplice. Farlo funzionare e farlo diventare popolare è un’impresa più complicata e adatta a chi, solitamente, segue questi 5 consigli:

  1. Collegare l’account ad altri social
  2. Sfruttare l’email marketing o newsletter
  3. Collaborare con altri canali
  4. Ottimizzazione SEO
  5. Utilizzare gli strumenti statistici di YouTube

Collegare l’account ad altri social

Attualmente avere solo un canale senza poterlo linkare ad un blog o ad un sito è sicuramente controproducente. Il social network più indicato è sicuramente Facebook, che consente di ampliare la visibilità dei vostri video. Con una copertura maggiore, soprattutto in Europa e in nord America, ottieni più iscritti e pubblicizzi i tuoi contenuti con maggiore facilità.

Anche Pinterest mette a disposizione una board dove è possibile mettere in mostra le vostre creazioni di Youtube.

Sfruttare l’email marketing

Youtube non permette di mandare mail periodiche agli iscritti del proprio canale. Sono essi che decidono se ricevere notifiche sulle attività di chi seguono. Ma con il consiglio precedente potrete crearvi un database attirando i followers e chiedendo il loro indirizzo email in cambio di contenuti o offerte speciali.

Le newsletter dovranno essere periodiche, non ridondanti e rapportate al numero di video pubblicati. Se per esempio pubblicate un filmato ogni 2 settimane sarebbe sconveniente mandare mail ogni 3 o 4 giorni. Ne bastano due, massimo tre al mese. Solo se i vostri caricamenti sono più costanti potrete aumentare la frequenza di invio. Vi consigliamo di evitare i giorni vicini al weekend: uno studio ha dimostrato che le newsletter più viste sono quelle mandate dal Martedì al Giovedì.

Collaborazione con altri canali

Su youtube e tra gli utenti più famosi è molto in voga la pratica di fare video in cui partecipano altri colleghi più o meno famosi. Questa comporta una duplice pubblicità che può essere utile ad entrambe le parti. Ovviamente chi ha meno utenti iscritti al proprio canale potrebbe risultare avvantaggiato. In realtà anche chi ha già una certa fama ha bisogno di contenuti sempre diversi. Sfruttare l’immagine di un altro utente può essere un piacevole break dai soliti filmati pubblicati.

Le “challenge” sono le collaborazioni più usate dagli Youtubers. Piccole sfide con premi e penitenze che si possono fare anche all’aperto oppure tramite un videogame. Le possibilità che offre questa piattaforma sono davvero numerose. Basta trovare l’idea giusta e sfruttarla al meglio.

Ottimizzazione SEO

Per migliorare la visibilità dei vostri video questa pratica è molto consigliata. Va studiata per bene in quanto si deve trovare la parola chiave adatta al titolo del filmato. Anche i sottotitoli hanno la loro importanza come gli hashtag di collegamento.

Un altro consiglio legato all’ottimizzazione SEO è quello di includere il vostro contenuto in una playlist. Esse sono infatti un indice di quanto può essere popolare un determinato video. Maggiore sarà la sua condivisione, molto più potere SEO riceverà.

Utilizzare gli strumenti statistici di Youtube

Chiamati anche “Analytics” sono uno strumento indispensabile per chi vuole raggiungere determinati livelli di visibilità. Essi danno indicazioni importanti a chi gestisce il canale, comunicando dati di vario tipo sugli utenti che visualizzano i video.

È importante sapere a chi piace una determinata produzione. Se trattate di argomenti diversi potrete capire a seconda del genere, del paese di provenienza e dell’età di chi ha visualizzato il filmato come organizzare i vostri futuri contenuti. Date al mondo di Youtube ciò che vuole e sarete ripagati con fama e visualizzazioni.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.