Come organizzare una consulenza seo?

0

Cosa significa SEO, questa sigla così diffusa e gettonata nel mondo di internet? Sta per Search Engine Optimization e intende tutto quell’insieme di strategie efficaci per migliorare la visibilità su Google e altri motori di ricerca.

Ogni contenuto deve quindi avere un meta title, una meta description e delle keywords accattivanti per risultare sulle prime pagine di Google, Yahoo, Bink o Ask.

Attraverso la consulenza SEO si mettono in contatto l’esperto di comunicazione con il cliente che può essere ad esempio il proprietario di un e – commerce di abbigliamento che vuole migliorare la sua visibilità ed essere maggiormente raggiungibile, vendendo di più.

Come organizzare una consulenza SEO ottimale? Elenchiamo sinteticamente i punti salienti:

  • – Riunione tra l’esperto SEO e il cliente;
  • – Analisi SEO preventiva;
  • – L’esperto offre diverse strategie SEO;
  • – Uso di Google Adwards;
  • – Uso di Google Snippet Optimization Tool
  • – Pianificazione e realizzazione della campagna SEO;
  • – Gestione e monitoraggio;
  • – Report e analisi dei risultati.

Riunione tra l’esperto SEO e il cliente

Il primo impatto tra il consulente e il cliente serve a conoscersi e gettare le basi per una proficua collaborazione. Generalmente l’acquirente arriva con tante domande e si pone parecchie aspettative: il primissimo passo da fare è circoscrivere la sua attività, di cosa si occupa e il suo obiettivo.

Analisi SEO preventiva

Dopo una discussione esaustiva il consulente SEO ha chiara la tipologia di attività del cliente: può essere ad esempio il proprietario di un negozio on – line di abbigliamento, o avere un e – commerce di cosmetici, oppure essere il responsabile di qualsiasi azienda di serramenti, falegnameria, arredamento.

Il mondo del web è popolato da una miriade di distributori ed entità, pensiamo ad esempio al settore della ristorazione e del turismo, fondamentale nel nostro Bel paese.

A questo punto si comincia a comprendere il mercato del cliente e capire di quali strumenti potrà fruire efficacemente: in questo modo è possibile anticipare un prospetto delle spese e del budget che dovrà avere a disposizione.

L’esperto offre diverse strategie SEO

Dopo un’analisi approfondita l’esperto di comunicazione inizia stilare una strategia SEO che possa soddisfare le esigenze del cliente e stimare con ancora più precisione il peso del budget.

Si partirà, ad esempio, a progettare la realizzazione di un sito internet, gestire i social network come pagine promozionali su Facebook, immagini accattivanti su Instagram e Pinterest, e così via. Il web offre un ventaglio variegato di opportunità al cliente per farsi conoscere, qualunque sia la sua attività.

Uso di Google Awards

Se il cliente lo desidera, può fruire di Google Awards, un servizio di pubblicità on – line che dà la possibilità di inserire dei contenuti di advertising sulle pagine del motore di ricerca, attraverso immagini, sponsor accattivanti, link, annunci promozionali e slogan efficaci.

Uso di Google Snippet Optimization Tool

Questo è un altro strumento utile per vedere in anticipo la resa del sito dell’azienda che si sta realizzando. Lo snippet non è altro che l’insieme dei primi 155 caratteri che formano la descrizione sotto al meta title e all’indirizzo internet, la URL: in sintesi, deve essere una frase concisa ed accattivante che spieghi al meglio di cosa si tratta.

Inserendo i dati su questo sistema si avrà automaticamente l’anteprima di come apparirà agli occhi dell’utente. È utile soprattutto per calibrare le parole, i caratteri e le keywords.

Pianificazione e realizzazione della campagna SEO

Una volta decisi la strategia e gli strumenti, si mette a punto il piano della campagna SEO, organizzando tutte le risorse.
Ogni attività ha una suo preciso prospetto di comunicazione, il consulente può decidere di andare on – line immediatamente con il sito del cliente oppure creare aspettative con un blog informativo che desti attesa e curiosità agli utenti.

L’esperto di marketing dovrà decidere se avvalersi dei social o di snapchatwhatsapp, o altre applicazioni efficaci per coinvolgere il pubblico di internet. Un altro modo di creare hype è trarre a piene mani da youtube e dal mondo dei video, una risorsa preziosissima grazie alla sua immediatezza e al potere delle immagini.

Gestione e monitoraggio

Questa è la fase più impegnativa da realizzare con costanza e continuità: è come una struttura da costruire mattone dopo mattone, ogni giorno con entusiasmo e fantasia, riuscendo a catturare l’attenzione dell’utenza del mondo virtuale.

Per questo il linguaggio SEO è studiato e applicato da estrosi e prestigiatori del web, esperti di scrittura creativa e artisti del marketing.

Report e analisi dei dati

L’ultima fare è quella di raccogliere e analizzare i risultati ottenuti, sperando di ricevere un feedback positivo sia per il consulente che il cliente.

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.