Info ed utilizzo dello smalto semipermanente

Lo smalto semipermanente, per tutte le donne che non hanno molto tempo da dedicare a sè stesse, ha rappresentato una vera e propria rivoluzione nel campo della manicure.

0

Il lavoro, la cura della casa e i figli (che non danno mai un attimo di tregua!), lasciano poco tempo libero a disposizione, e molto spesso accade addirittura di non riuscire a trovare nemmeno un momento per ripassare alle unghie lo smalto ormai rovinato.

Un semplice smalto temporaneo ha una brevissima durata ed ha la tendenza a sciuparsi anche in un solo giorno dalla sua applicazione. Chi fa spesso le faccende domestiche, come lavare i piatti, lo sa benissimo!

Ma una soluzione esiste: l’utilizzo dello smalto semipermanente! Forse non ne siete al corrente ma questo tipo di smalto può arrivare a durare, senza rovinarsi nè sfaldarsi, fino a quattro settimane.

Avere mani curate è un aspetto molto importante della propria persona, da non sottovalutare, che mostra agli altri quanto si è in grado di prendersi cura di sè stessi.

Quando il tempo non c’è, lo smalto semipermanente si rivela essere un’ottima soluzione pratica oltre che duratura ed economica.  Ma cos’è uno smalto permanente, e quali sono i costi e i suoi vantaggi?

Prima di proseguire, vogliamo menzionare i prodotti della Goldnail, che produce Kit smalto semipermanente veramente completi e di qualità.

COS’È UNO SMALTO SEMIPERMANENTE?

  • Lo smalto semipermanente non è un prodotto in gel, nè tanto meno è un semplice smalto comune, si tratta invece di una sorta di via di mezzo tra i due prodotti.
  • E’ decisamente più duraturo dello smalto che siamo abituate ad utilizzare, ma allo stesso tempo è di certo meno invasivo di una ricostruzione gel.
  • Lo smalto semipermanente può essere applicato su unghie naturali ma anche su unghie ricostruite, ed è possibile stenderlo anche da sole, senza bisogno di ricorrere all’estetica.

Ma perchè scegliere di utilizzare uno smalto del genere? Andiamo a vedere insieme quali sono gli innumerevoli vantaggi di questa tipologia di smalto.

I VANTAGGI NELL’UTILIZZO

I vantaggi che l’applicazione di uno smalto semipermanete può offrire sono molteplici.

  • Il vantaggio più considerevole riguarda senza dubbio la sua durata, questa in genere può variare dalle tre fino quattro settimane.
  • Lo smalto semipermanente è resistente all’acqua ed è per questo motivo che non si sbecca né si ammorbidisce, anche passando tanto tempo a contatto con l’acqua.
  • In più, resiste anche all’acetone! Se provate a passare sull’unghia smaltata un batuffolo di solvente, lo smalto rimane perfettamente intatto.
  • Fra gli altri vantaggi, è pratico da utilizzare.  Stendere lo smalto  è infatti semplicissimo, e non vi ruberà via nemmeno troppo tempo.
  • A differenza dei normali smalti che si asciugano nell’aria e che richiedono tempo, lo smalto semipermanente si asciuga con l’utilizzo della lampada LED, in questo modo il tempo impiegato per fissare il colore è molto breve, si parla di circa 60 secondi.
  • Il suo uso è identico a quello di un qualunque smalto comune, lo si può applicare anche a casa. Non occorre quindi prendere necessariamente appuntamento con l’estetista.
  • Forse non lo sapete questo smalto , tra i suoi diversi vantaggi, ha anche l’abilità di curare l’unghia: è infatti composto da un ricompattatore della cheratina dell’unghia che fa in modo di renderla più forte (più lo si utilizza, maggiore sarà il rafforzamento dell’unghia).

IL PREZZO DI UNO SMALTO SEMIPERMANENTE

Il prezzo varia. Tutto dipende se sarete voi stesse ad applicarlo da casa, oppure se vi affiderete ad un centro estetico. In quest’ultimo caso il prezzo si aggira attorno ai 15 euro se si tratta di un ritocco, mentre intorno ai 35 euro per l’intera applicazione dello smalto.

Se decidete al contrario di applicarlo voi stesse, il costo del solo smalto è molto contenuto, e si aggira attorno ai 10 euro.  Per ottenere un ottimo risultato, è bene acquistare anche il top coat, ossia un gel fissante, e il gel base. Ovviamente dovete anche disporre del fornetto a lampada UV.

Applicazione dello smalto

Applicare lo smalto semipermanente è molto semplice, bisogna prima di tutto disporre di alcuni determinati prodotti; in commercio esistono le più svariate nuance, spetta solo a voi scegliere il colore che preferite, magari seguendo anche la tendenza del momento. Oltre allo smalto dovete procurarvi la base gel, e la base finale, il prezzo di questi due prodotti equivale all’incirca a quello dello smalto.

Dovete, infine, disporre di una lampada a raggi UV per fissare il colore.

COME APPLICARLO

Applicare da sole lo smalto semipermamente, decidendo in questo modo di non affidarsi all’estetista, vi permetterà di risparmiare soldi e tempo. L’applicazione è del tutto semplice e vi chiederà solamente pochi minuti.
Seguite questi semplici e pochi step per riuscire ad applicare al meglio il vostro smalto semipermanente!

STEP 1 – Preparazione dell’unghia
Per prima cosa è molto importante preparare al meglio l’unghia prima dell’applicazione di qualsiasi tipo di prodotto.

L’unghia va pulita bene dalla cuticole. Abbassatele delicatamente, aiutandovi con un bastoncino di legno.

STEP 2 – Forma e pulizia dell’unghia
Una volta abbassate tutte le cuticole iniziate a levigare con una limetta le unghie dandogli la forma che preferite.

Dopodiché procedete con l’opacizzazione dell’unghia, questo perchè è importante preparare e opacizzare la superficie per evitare così la possibile creazione di bolle e distaccamenti del gel una volta applicato lo smalto.
Per opacizzare l’unghia, utilizzate un buffer su tutta la superficie, rimuovete poi ogni residuo e detergete l’unghia con una batuffolo di cotone bagnato.

STEP 3 – Applicazione della base trasparente
Adesso l’unghia è pronta, potete a questo punto stendere uno strato di base gel trasparente.
Una volta fatto ciò, mettete le dita nella lampada UV e lasciate asciugare. In genere bastano circa 60 o 120 secondi per una buona catalizzazione, e fissaggio dello smalto.

STEP 4 – Applicazione dello smalto semipermanente
Cercate di avere una mano il più possibile ferma per evitare di uscire fuori dall’unghia con il pennellino, una volta fatto ciò asciugate il colore con la lampada UV.
L’operazione è da ripetere per due volte, le passate di smalto semipermanente saranno perciò due.

STEP 5 – Applicazione del gel fissante
Il penultimo passaggio è quello di passare sull’unghia un top coat finale ossia un gel fissante che aiuterà maggiormente a conservare la brillantezza e lucidità del colore.
Infilate poi le dita nella lampada e fate asciugare.

STEP 6 – Ripulire l’unghia
L’ultimo passaggio è quello di ripulire l’unghia, sgrassandola grazie all’utilizzo di un cleanser o di un olio per cuticole.

CI SONO CONTROINDICAZIONI NELL’USO DEL SEMIPERMANENTE?

Moltissime donne si sono poste questa domanda: posso utilizzare lo smalto semipermanente in gravidanza?

In gravidanza

La risposta è totalmente affermativa, questo tipo di smalto infatti non comporta alcun rischio nè per il bambino nè per la mamma.

Che lo smalto in sè non faccia male è un dato scientifico, è bene però prendere in considerazione determinate questioni.

Dovete sapere infatti che nel periodo in cui si attende un figlio le unghie risultano essere più fragili e tenderanno a spezzarsi, per tale motivo dovete mettere in conto che reagiranno in maniera diversa ai prodotti utilizzati.

Potrebbe quindi esserci il rischio di danneggiare le unghie, andandole ad indebolire. Può inoltre capitare che l’odore forte degli smalti utilizzati dia parecchio fastidio alla futura mamma, per il fatto che in gravidanza si è molto sensibili agli odori.

Allergie

Un altro dubbio sollevato è se lo smalto semipermanente possa dare allergie. Sì questo può succedere.
Per questo motivo prima di applicarlo è molto importante informarsi in anticipo su tutti gli ingredienti contenuti al suo interno.

Come tutti i prodotti, inoltre, è bene con esagerare. Lo smalto semipemanete non fa male alla salute ma, come tutto, se utilizzavo in modo eccessivo può provocare danni. Ad esempio la tipica colorazione giallastra dell’unghia, viene provocata da un eccessivo uso, in quanto l’unghia non riesce a respirare bene.

COME RIMUOVERLO?

Se si necessita rimuovere il proprio smalto semipermanente occorre semplicemente munirsi di un solvente specifico, di una limetta e del cotone.

L’operazione consiste nel limare l’unghia in superficie in modo tale che molti strati di smalto vengano rimossi, dopodiché utilizzate il solvente e dopo averlo versato in un batuffolo di cotone appoggiatelo all’unghia e lasciate agire. Nel giro di pochi minuti lo smalto semipermanente verrà del tutto rimosso.

Una volta eseguita questa operazione di rimozione dello smalto semipermanente, è bene lasciare respirare l’unghia per qualche giorno cercando quindi di non applicarvi nessun tipo di prodotto.

CONCLUSIONI
Lo smalto semipermanente è il rimedio perfetto per tutte le donne che avendo poco tempo da dedicare alla cura di sè stesse, non vogliono comunque rinunciare ad avere unghie belle e curate.

E’ duraturo, economico e pratico. Insieme abbiamo visto come si applica, quali sono i suoi vantaggi e il suo prezzo, oltre che i possibili rischi.
Grazie a questa tipologia di smalto avrete mani sempre in ordine.

Non vi resta altro che scegliere il colore e la fantasia che vi piace di più, ed il gioco è fatto con lo smalto semipermanente!

You might also like More from author

Leave A Reply

Your email address will not be published.