Chiesa del Corpus Domini

Venezia (Veneto)

Chiesa del Corpus Domini

La chiesa del Corpus Domini era un edificio sacro, demolito nell'Ottocento, di Venezia. Sorgeva nel sestiere di Cannaregio. vicino alla chiesa di S.Lucia demolita anch'essa per lasciare spazio alla stazione ferroviaria .

Storia

Fu eretta nel 1366 da Lucia Tiepolo, badessa del monastero dei Santi Filippo e Giacomo di Ammiana, con la cooperazione di Francesco Rabia, mercante di lana. Alla chiesa fu anche annesso un piccolo convento, in cui la stessa Lucia e poche altre compagne si ritirarono.

Qualche tempo dopo la chiesa fu ampliata grazie all'intervento del beato Giovanni Dominici e alle offerte delle sorelle Elisabetta e Andriola Tomasini; il monastero pure fu ingrandito e ospitò da allora suore domenicane. Poco dopo, però, il complesso cadeva in rovina, ma l'intervento di papa Martino V, che concedeva indulgenze a chi avesse contribuito al restauro, portò alla ricostruzione della chiesa, consacrata nel 1444 da san Lorenzo Giustiniani. Dal 1534 il monastero dipese direttamente dalla Santa Sede e, dal 1560, dai patriarchi di Venezia.

Con i decreti napoleonici del 1810 gli edifici furono sconsacrati e, più tardi, distrutti.

Informazioni turistiche Venezia

Monumenti e luoghi di interesse culturale, artistico e religioso

Cultura e tradizioni

Mare e località balneari

Storia e siti archeologici

Copyright © 2005-2017, 360 GRADI di Caramanico Valeriano. Avvertenze legali | Navigatore | Contatta 360 GRADI
Tutti i diritti sono riservati. E' severamente vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti presenti su questo sito.
Seguici su: