Ospedale dei Santi Pietro e Paolo

Venezia (Veneto)

Ospedale dei Santi Pietro e Paolo

L'ospedale dei Santi Pietro e Paolo era un'istituzione con sede a Venezia, nel sestiere di Castello (NA 452-54).

Storia

Fondato nel XII secolo, rappresentava il più antico degli ospizi aperti in città per i pellegrini diretti in Terrasanta. Fu adibito più tardi ad ospedale per la cura degli infermi.

Nel 1350 il complesso fu ampliato inglobando alcune case lasciate da Francesco Avanzo. Nel 1368 ottenne la protezione del doge. Altre importanti trasformazioni si ebbero tra il Sei e il Settecento, con la ristrutturazione della chiesetta (1736) e dell'intero ospedale (1772).

Fu soppresso nel 1806 durante l'amministrazione napoleonica (i ricoverati furono trasferiti agli Incurabili). Divenne dunque patronato per i fanciulli vagabondi, in seguito affidato alle figlie di Maria Ausiliatrice. Dopo il restauro degli anni 1996-1999 il complesso, passato al Comune di Venezia, è adibito a centro culturale e residenza per studenti.

Edifici

Dell'edificio originale si conserva solo un pregevole portale gotico affacciato sulla fondamenta San Gioachino: risalente al Quattrocento, vi è scolpita una Madonna con Bambino fra i santi Pietro e Paolo.

Si sa inoltre che la chiesa aveva tre altari, dei quali il maggiore recava una pala di Giuseppe Angeli (la Vergine e due apostoli). Dello stesso autore erano Cristo nell'orto e Cristo portacroce, sempre nell'oratorio, e Crocefisso, San Gerolamo Miani e due pellegrini, in infermeria. Tutte le opere sono andate disperse.

Informazioni turistiche Venezia

Monumenti e luoghi di interesse culturale, artistico e religioso

Cultura e tradizioni

Mare e località balneari

Storia e siti archeologici

Copyright © 2005-2017, 360 GRADI di Caramanico Valeriano. Avvertenze legali | Navigatore | Contatta 360 GRADI
Tutti i diritti sono riservati. E' severamente vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti presenti su questo sito.
Seguici su: