Palazzo Grano

Messina (Sicilia)

Palazzo Grano
Palazzo Grano, già palazzo Roccafiorita, si trovava a Messina, sulla via della Pace dei Bianchi.

Storia

è un'opera cinquecentesca di Andrea Calamech, appartenenne ai principi di Roccafiorita, poi alla famiglia Grano, nobile casata originaria della Spagna. Monsignor Gaetano Grano vi installò una splendida pinacoteca e una ricca collezione naturalistica. In un'ala del pianterreno ospitò la Real Scuola Tecnica Alojsio Juvara.

Subì gravissimi danni nel terremoto del 1908 con la caduta del prospetto principale, il crollo di tutto il terzo piano e la rovina degli interni. Fu in seguito demolito con il piccone e la dinamite. Molti suoi elementi decorativi si trovano oggi nel Museo Regionale di Messina.

Architettura

Il palazzo è stato il prototipo dei palazzi barocchi siciliani. La facciata presenta parti con bugne separate da solchi profondi. Il balcone sopra il portale centrale era sorretto da mensole, che da elementi puramente funzionali assumevano un carattere fortemente decorativo, decorate come atlanti o cariatidi, con uno sviluppo marcatamente verticale.

Informazioni turistiche Messina

Monumenti e luoghi di interesse culturale, artistico e religioso

Cultura e tradizioni

Parchi, riserve naturali e luoghi di interesse naturalistico

Storia e siti archeologici

Copyright © 2005-2017, 360 GRADI di Caramanico Valeriano. Avvertenze legali | Navigatore | Contatta 360 GRADI
Tutti i diritti sono riservati. E' severamente vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti presenti su questo sito.
Seguici su: