Palazzo Gritti (Castello)

Venezia (Veneto)

Palazzo Gritti (Castello)

Palazzo Gritti, noto anche come Palazzo della Nunziatura, è un edificio veneziano sito nel sestiere di Castello nei pressi della chiesa di San Francesco della Vigna.

Storia

Venne fatto costruire nel 1525 dal doge Andrea Gritti come dimora ove ritirarsi. La datazione è attestata da una targa presente in facciata. Dopo la morte prematura del proprietario, la magione passò alle famiglie Contarini e Morosini. Venne quindi venduto alla Serenissima Repubblica di Venezia per 25000 ducati. Nel 1564 venne donato a papa Pio IV che lo fece diventare sede del proprio nunzio apostolico, che prima non disponeva di una sede stabile. Nel XIX passò ai frati francescani che lo unirono al proprio convento per mezzo di un deturpante cavalcavia a colonnato progettato dall'architetto G.A. Pigazzi. Durante la prima guerra mondiale fu adibito a carcere miliare. Oggi è un condominio.

Architettura

Il palazzo, privo di particolare interesse architettonico, si sviluppa su tre facciate e presenta una corta centrale. E' notevole solo per la quadrifora centrale della facciata principale, parzialmente murata, e per i tre portali, uno per lato. Quello della facciata laterale, di gran lunga il più imponente, presenta un aspetto architravato. Presenta un timpano triangolare e tre stemmi. Quello della facciata principale, sito sotto alla quadrifora, ha un aspetto semplice ed imita il primo. Quello d'acqua è a tutto sesto e presenta uno stemma.

Informazioni turistiche Venezia

Monumenti e luoghi di interesse culturale, artistico e religioso

Cultura e tradizioni

Mare e località balneari

Storia e siti archeologici

Copyright © 2005-2017, 360 GRADI di Caramanico Valeriano. Avvertenze legali | Navigatore | Contatta 360 GRADI
Tutti i diritti sono riservati. E' severamente vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti presenti su questo sito.
Seguici su: