Portoni della Bra

Verona (Veneto)

Portoni della Bra

I Portoni della Brà sono una porta di Verona costruita lungo le mura medioevali per poter collegare piazza Bra alla campagna.

Storia

In un documento del 1257 viene citata per la prima volta una Porta della Braida, nell'area in cui attualmente sorgono i Portoni della Brà. Tale porta, con annessa pusterla, vengono citate per l'ultima volta due secoli più tardi, nel 1459. Gli attuali portoni sarebbero stati edificati - secondo il Simeoni - in occasione della realizzazione del passaggio coperto che univa la Cittadella al Castelvecchio. La doppia arcata avrebbe trovato spiegazione nel fatto che quello occidentale sarebbe servito da porta, mentre quello orientale per il fossato. Per quanto riguarda la costruzione, essa va attribuita ai Visconti (1389-1402), dal momento che nel 1404 alla venuta dei Carraresi già esisteva il collegamento coperto.

Struttura

I portoni sono formati di due archi a tutto sesto, e fra di essi, in alto, è presente un antico orologio. I materiali di costruzione sono il marmo per la parte inferiore, e i mattoni rossi per la parte superiore, dove passa un camminamento merlato.

A destra della porta è presente la torre Pentagona, una torre difensiva, di epoca comunale.

Informazioni turistiche Verona

Monumenti e luoghi di interesse culturale, artistico e religioso

Cultura e tradizioni

Storia e siti archeologici

Copyright © 2005-2017, 360 GRADI di Caramanico Valeriano. Avvertenze legali | Navigatore | Contatta 360 GRADI
Tutti i diritti sono riservati. E' severamente vietata la riproduzione anche parziale dei contenuti presenti su questo sito.
Seguici su: